25 aprile


"Scoppiò quindi una lacerante guerra civile che vide Italiani massacrare altri Italiani e aprì ferite che fu poi lungo e difficile rimarginare. Le azioni partigiane, però, ebbero un ruolo importante nella liberazione dell'Italia. (...) Inoltre la lotta antinazista offrì al Paese un'importante occasione di riscatto politico e morale dall'inefficienza mostrata in guerra dagli alti comandi e dalla doppiezza mostrata da Badoglio e dal re l'otto settembre. La resistenza, infatti, fu condotta con coraggio dai partigiani, i volontari che conducevano la guerriglia, molti dei quali non solo morirono sul campo ma furono barbaramente torturati quando ebbero la disgrazia di essere catturati vivi."
(V. Calvani, Scambi tra civiltà, Mondadori Scuola)

così dice il libro che uso, per il mio lavoro...
(come spiegare la resistenza?)


e un pensiero, tra i tanti di quest'anno, va a mio nonno. una persona qualunque.
un partigiano.



2 commenti:

Kate ha detto...

Grazie per la condivisione!
Buon 25 Aprile!

Grisù ha detto...

quando in questi giorni mi sono accomiatata augurando buon 25 aprile, mi sono stati rivolti sguardi perplessi. felice di trovare qualcuno che ricambia.