con dedica


e la colpa, sì, è del prato, di quell’erba così verde
più verde della bile del vicino che ci osserva
tutti i giorni recitando
l’happy
family day.




da cut/tagli (in così uguale, lampi di stampa 2008)


Nessun commento: