citizen gay...



"Di questo passo si sposeranno anche le scimmie."


Una volta erano discriminati per la loro devianza.
Oggi perché chiedono di essere normali.
Come mai gli omosessuali, storicamente marchiati come peccatori, invertiti o malati mentali vogliono adottare quell'ordine familiare che tanto ha contribuito alla loro sfortuna?


Essere gay o lesbiche non è un merito né un demerito. È una cosa che capita. Eppure, in un clima di crescente omofobia, la dimensione affettiva di milioni di persone in Italia è tuttora sacrificata. La mancanza di una legge che ne salvaguardi il valore e la cittadinanza genera umiliazione, sofferenza, paura, odio collettivo. Non servono anatemi o concessioni. Serve un pensiero capace di sostenere una trasformazione antropologica.
Perché uno Stato i cui cittadini sono più felici è uno Stato migliore.

(Cityzen gay, Vittorio Lingiardi, il Saggiatore, 2007)


1 commento:

LOOPa ha detto...

...i cittadini INFELICI sono più deboli e quindi maggiormente ricattabili! (POVERA ITALIA!)