e via che si va... (spazio e tempo)

tempo come spazio che non ha tempo.
al mattino poco dopo le cinque.
spazzata dal vento della sera.
sotto il sole a picco di mezzodi'.

e' impossibile descrivere la meseta. la attraverso, ci cammino sopra e la lascio correre dentro i miei piedi, sopra la testa.

Nessun commento: